14 C
Verona
30 Settembre 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, inaugurate due nuove ambulanze della Croce Bianca di S. Zeno. Il presidente Verga: «Ma mancano le convenzioni con la Regione»

Inaugurate oggi a Verona, a San Zeno, due nuove ambulanze dalla Croce Bianca, Si tratta di due automezzi di classe A e con tecnologia di ultima generazione, a cui si aggiunge un defibrillatore semiautomatico a disposizione dei sanzenati e della collettività.

Attiva e riconosciuta anche come Nucleo Operativo Sanitario della Protezione Civile, l’associazione Croce Bianca, forte di oltre 300 volontari soccorritori attivi, inaugura oggi due nuove ambulanze di classe “A”: mezzi omologati per l’emergenza sanitaria ed attrezzati a unità mobili di rianimazione adibiti secondo le ultimissime normative. L’acquisto delle ambulanze, con tecnologia di ultima generazione anche per i contatti radio, con un costo di circa 70mila euro ciascuno, è stato possibile grazie al contributo del Banco Popolare BPM e a una donazione privata da parte della famiglia Sottocasa. Si tratta di un investimento importante e oneroso che Croce Bianca ha fatto anche in vista delle nuove convenzioni per il presidio dell’emergenza-urgenza sul territorio.

«Una sfida che ci vede pronti ed entusiasti – spiega il presidente dell’associazione PierLuigi Verga -. Ora, però, la palla passa all’Ulss 9 Scaligera e alla Regione. Le convenzioni con le organizzazioni del territorio per la copertura delle emergenze sono, infatti, scadute ancora a metà anno 2018. Ma ancora non c’è traccia delle nuove assegnazioni. Noi abbiamo effettuato questi investimenti anche in virtù delle nuove convenzioni. Siamo in gara come Croce Bianca e come Rete Universo – riprende Verga -. Ma ci sono ritardi di cui non conosciamo la causa. I vecchi bandi sono scaduti già da oltre un anno. Da allora, siamo in fase di proroga che è stata data senza un termine di scadenza e dalla Ulss 9 ci sono scarsissime informazioni, anche se a mio avviso ci dovrebbe essere trasparenza e dialogo tra gli operatori sul territorio anche per meglio predisporre i servizi che dovranno essere assegnati».

Condividi con:

Articoli Correlati

Poste Italiane, i cittadini di Legnago, S. Bonifacio, Pescantina coinvolti nel progetto “Etichetta la cassetta”

massimo

Legnago, lutto nel mondo politico e sindacale per la scomparsa di Rolando Vedovelli

massimo

Scuola&Alimentazione, lanciato dalla sede Enaip il concorso “La salute nel piatto”

massimo

Verona, perde il controllo dell’auto e finisce contro un Tir colpendone il serbatoio: illeso ma strada chiusa per 3 ore

massimo

Salute, aperte le prenotazioni per le seconde dosi booster dai 12 anni in sù

massimo

Associazioni, i 50 anni dei “Veronesi nel mondo” e la “Giornata dei veneti nel Mondo”

massimo