22.1 C
Verona
16 Luglio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, individuato uno dei responsabili dei cori razzisti nei confronti di Balotelli: è un agrigentino

Si sono concluse le indagini avviate dagli agenti della Polizia di Stato a seguito della partita Hellas Verona – Brescia disputata lo scorso 3 novembre allo stadio comunale Bentegodi di Verona. L’estrapolazione dei filmati delle telecamere e l’acquisizione delle testimonianze raccolte dai poliziotti della Questura scaligera hanno consentito di accertare l’identità del tifoso che, durante il match, nel corso di un’azione del calciatore Mario Balotelli, iniziò ad intonare dagli spalti cori razzisti diretti al giocatore del Brescia.

L’uomo è un agrigentino di 38 anni, nei confronti del quale il Questore della Provincia di Verona, Ivana Petricca, ha disposto il divieto di accesso alle manifestazioni sportive. Il tifoso non potrà accedere, per il prossimi 5 anni, agli impianti sportivi siti sia sul territorio nazionale che sul territorio degli Stati dell’Unione Europea all’interno dei quali si svolgeranno le manifestazioni sportive relative alla disciplina del calcio.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, donati dagli Alpini di Novaglie tapis roulant e cyclette al reparto Fibrosi cistica di Borgo Trento

massimo

Legnago, sul Salieri cala la scure dello spoil system Longhiano: una poltrona per Shahine?

massimo

San Bonifacio, Soave ha nominato la giunta: Turri è vicesindaco

massimo

Caso caporalato nel Basso Veronese, Mirandola (Uila): «Una macchia sulla produzione agricola veronese»

massimo

Caso di caporalato nella Bassa, la Cgil: «Caporali stranieri ma le aziende sono Veronesi»

massimo

Nuovo caso di caporalato nel Basso Veronese: 33 indiani sfruttati come schiavi nella campagne da due connazionali

massimo