-0.4 C
Verona
17 Gennaio 2021
In evidenza Spettacoli & cultura ultimaora

Verona, “La Barcaccia” torna in scena al Teatro Nuovo di San Michele con “Aspettando Jo” di Roberto Puliero

“La Barcaccia” torna in scena al Teatro Nuovo di San Michele, riprendendo la sua tradizionale rassegna teatrale invernale, dopo il lungo stop per la scomparsa Roberto Puliero, amatissimo attore veronese, uno dei simboli cittadini, che ha lasciato un grande vuoto in tutto il panorama teatrale e culturale scaligero. La Barcaccia rappresenterà le ultime due produzioni messe in scena grazie alla regìa di Roberto Puliero.

Sabato 11 alle 21,15 e domenica 12 gennaio alle 17,30, festoso debutto con “Aspettando Jo”, scanzonata commedia che mescola sapientemente la suspence di un thrilling appassionante, con la travolgente comicità di situazioni e personaggi, insieme paradossali e realistici, immersi in una trama di trascinante divertimento. L’autore è Claude Magnier, la traduzione italiana di Roberto Puliero.

Il cast di “Aspettando Jo” è composto da Nicola Cancian (che sarà protagonista sulla scena nel ruolo precedentemente interpretato da Roberto Puliero), Laura Benassù, Davide Valieri, Beatrice Guerra, Giovanni Vit, Paola Medina, Francesco Puliero, Giuseppe Vit e Bruno Consolati. Inalterati il tessuto scenico e la regìa dello spettacolo, creato da Roberto Puliero.

Lo spettacolo verrà replicato nei due fine settimana successivi (18/19 e 25/26 gennaio). A febbraio andrà invece in scena la “sinfonia goldoniana” Mascare, putte, pitòchi e barcarioi”.

 

Articoli Correlati

Sona, sfonda il tetto e precipita nella chiesa di San Giorgio in Salici: è grave

massimo

Calcio Serie C, illusione Legnago a Fermo: ora è rischio salvezza

massimo

Nogara-Gazzo, nasce il sistema acquedottistico del futuro del Basso Veronese

massimo

Castelnuovo del Garda, investiti tre giovani ciclisti in allenamento: uno è grave

massimo

Lessinia, recuperato l’escursionista scivolato in un canalone vicino al rifugio Pertica

massimo

Lessinia, scivola in un canalone vicino al rifugio Pertica: soccorso in atto

massimo