25.1 C
Verona
16 Giugno 2021
In evidenza Politica ultimaora

Verona, la civica Traguardi lancia la campagna elettorale per le amministrative del 2022

«I prossimi cinque anni saranno cruciali per la ripartenza della città. Il rinnovamento passa dalla società civile e tutte le forze che vogliono un’alternativa per Verona lavorino insieme per realizzare questo obiettivo». È il messaggio lanciato oggi da Tommaso Ferrari, consigliere comunale e leader di Traguardi, lanciando dalla scalinata del Municipio, la campagna elettorale del movimento Traguardi le elezioni amministrative del 2022.

«Sono tanti i dossier aperti sul tavolo del Comune di Verona: l’ente Fiera, l’aeroporto Catullo, le aziende partecipate – ha ricordato Ferrari -. Temi complessi che la prossima amministrazione erediterà. Il mito della “veronesità a tutti i costi” e la gestione eccessivamente politica dei nostri asset non hanno fatto bene all’economia cittadina negli ultimi vent’anni. In questo senso, Traguardi ha in mente strategie e obiettivi chiari per garantire servizi efficienti ai veronesi di oggi e nuovo benessere a quelli di domani».

Affiancato dai vertici del movimento civico, il presidente Pietro Trincanato, la vicepresidente Beatrice Verzè e il segretario Giacomo Cona e dai consiglieri di circoscrizione, gli attivisti e i membri della squadra civica di Traguardi, Ferrari ha spiegato: «Il futuro sindaco e i suoi assessori dovranno gestire i milioni di euro del Piano nazionale di ripresa e resilienza per finanziare importanti progetti attraverso il Next Generation EU. Pensiamo davvero che la Verona del post pandemia possa ripartire dalla stessa classe politica che l’ha amministrata negli ultimi 15 anni? Noi crediamo che, mai come in questo momento, il rinnovamento passi dalla società civile e che tutte le forze che vogliono un’alternativa debbano lavorare unite per realizzare questo obiettivo».

Per quanto riguarda il territorio, «abbiamo squadre in ogni Circoscrizione e a breve daremo il via a una serie di incontri per ascoltare i nostri concittadini e le loro necessità – ha annunciato Ferrari -. È dalle persone, da chi ogni giorno vive e lavora nelle strade e nei quartieri che vogliamo partire per immaginare una città diversa, più vicina ai bisogni di ciascuno di noi».

Il primo impegno pubblico è in già programma per sabato 29 maggio con una tavola rotonda con esponenti della società civile per confrontarsi sui temi su cui il movimento ha fissato le proprie priorità: ambiente, economia, cultura, urbanistica, sociale, vita nei quartieri.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, all’Università convegno internazionale sul ruolo dell’Unione europea nel Mondo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nell’Est Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Bardolino, Raoul Bova al Film Festival con il suo “Ultima gara”

massimo

Dazi Usa, Abbona (Unione italiana vini): «Bene la sospensione di 5 anni del contezioso»

massimo

Bussolengo, visitatore abbandona un “drago d’acqua cinese” al Parco Natura Viva

massimo

Verona, il Festival Biblico al convento di S. Bernardino, Teatro Romano e parco Ottocento

massimo