31.2 C
Verona
11 Agosto 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona: la Polizia blocca un traffico di droga con il Nord Europa sequestrando 2 chili di marijuana

 

Agenti della Polfer di Verona Porta Nuova

Sgominata dagli agenti della Polizia di Stato del Settore Operativo Polfer di Verona Porta Nuova un traffico di droga con il Nord Europa. L’operazione è avvenuta nella serata di venerdì 24 agosto con gli agenti della Polfer che hanno individuato e arrestato un cittadino pachistano, Abdul Ghafar, 38enne residente a Bolzano, per traffico e detenzione illeciti ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. L’uomo, è stato notato nel corso del consueto servizio di vigilanza presso la stazione ferroviaria di Verona, con un trolley di colore verde mimetico che, arrivato con un treno proveniente da Padova, si accingeva a prenderne un altro per Bolzano.

Lo straniero, sottoposto a controllo, esibiva documenti perfettamente in regola ma tmanteneva un atteggiamento insofferente e dichiarava di doversi immediatamente allontanare per prendere il treno diretto a Bolzano. Visto il comportamento, gli agenti decidevano di svolgere più approfondite verifiche. L’intuizione si dimostrava ben presto corretta: il controllo sul bagaglio consentiva di rinvenire un grande involucro di cellophane, della dimensione di ben 35 x 25 cm, con all’interno un blocco unico e compresso di infiorescenze di marijuana del peso totale di 2 chili e 120 grammi.

Gli accertamenti effettuati hanno permesso di appurare come il trafficante si fosse recato a Padova rifornendosi di una tale ingente quantità di stupefacente per alimentare una consistente attività di spaccio anche oltre il Brennero. Nella mattinata odierna lo straniero è comparso davanti al giudice che, dopo la convalida dell’arresto ne ha disposto la custodia cautelare in carcere.

Condividi con:

Articoli Correlati

Illasi, alla vista dei carabinieri scappa a folle velocità saltando due semafori: arrestato

massimo

Verona, al “Mura Festival” la musica dei “Joe Sanketti y Otravez”

massimo

Legnago, uomo colpito dal virus “West Nile” causato dalla puntura di zanzara infetta

massimo

Rally, il legnaghese Strabello secondo in classe 4 al “Salsomaggiore Terme”

massimo

Contaminazione da Pfas, Cristina Guarda (EV): «Negli Usa sempre più pressioni per uno screening esteso»  

massimo

Aipo, fase di ispessimento delle olive

massimo