7.7 C
Verona
2 Dicembre 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, l’associazione Yanez ha presentato il progetto della ”Casa del rider”

Presentata sabato 30 aprile, in piazza Bra a Verona, con un flash mob, dall’associazione di giovani Yanez la proposta della “Casa del Rider”. Uno spazio dove i lavoratori possano trovare un riparo tra i turni di consegna, strumenti utili come caricabatterie o attrezzi per la riparazione della bici, armadi dove poter mettere al sicuro gli zaini e anche uno spazio di incontro e comunità, o di informazione.

L’obiettivo è quello di sensibilizzare la cittadinanza e proporre una soluzione per migliorare le condizioni lavorative dei riders, a Verona. La Casa del Rider” esiste già a Napoli e Reggio-Emilia ed è un esempio concreto di quello che un’amministrazione attenta al lavoro può fare. Un lavoro che riguarda soprattutto giovani, immigrati e studenti, con contratti senza le tutele minime che spettano loro, come succede purtroppo in molti altri casi.
«Abbiamo pensato di costruire un modello della Casa del Rider, qualcosa di visibile e simbolico, mostrando i contenuti che secondo noi sono necessari e discutendo con ogni rider che vorrà aggiungere la sua visione e dare il proprio contributo», spiega Jacopo Buffolo tra i fondatori di Yanez.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, camionista muore in un incidente tra Tir sulla strada dell’Alpo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Morte di Rebellin, il ricordo di Zaia: «Il ciclismo veneto perde una figura storica, esempio di atleta e di uomo»

massimo

Tragedia nel ciclismo: Davide Rebellin travolto e ucciso da un Tir mentre si allena in bicicletta

massimo

Verona, folle fuga in auto contromano in tangenziale per scappare ai Carabinieri

massimo

San Bonifacio,  arrestati dai Carabinieri i due autori della rapina ad un’anziana al cimitero

massimo