-0.4 C
Verona
8 Dicembre 2022
Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Verona città

Verona, l’imprenditore arrestato è Zanini dell’Ippopotamo in Bra

ristorante-ippopotamo-verona

«Sta zitto e lavora, o ti butto fuori e così ti rispediscono al tuo Paese». È una delle tante minacce usate, secondo l’accusa, da Roberto Zanini, il titolare del ristorante “Ippopotamo” sul Liston in piazza Bra, a Verona, arrestato mercoledì sera dai Carabinieri con accuse che vanno dall’evasione fiscale e contributiva alla violenza privata, dalla violenza o minaccia per costringere a commettere un reato all’utilizzazione illecita e fraudolenta di manodopera, a reati in materia di sicurezza sui luoghi di lavoro.

Una storia che rasenta la schiavitù quella scoperta dagli uomini del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Verona e dell’Agenzia delle Entrate, con il supporto dei Carabinieri del Comando Provinciale: orari di lavoro di 14 ore, senza nemmeno un giorno di pausa al mese, una paga di 6 euro l’ora senza contributi. Ed a chi osava chiedere qualcosa di più o solo parlare di diritti, minacce a non finire. Facili contro lavoratori per la maggior parte stranieri ed il resto giovani studenti.

Zanini, 52 anni, noto imprenditore veronese, è ora ai domiciliari mentre il suo ristorante in Bra è gestito da un curatore nominato dal Tribunale. Si sospetta un’evasione fiscale e contributiva che sfiora i 3 milioni e la Procura ha disposto il sequestro di quote di 5 diverse società riferenti al ristoratore e di 21 conti correnti bancari. L’indagine, condotta dal sostituto procuratore Giulia Labia, è iniziata ancora nel 2013, dopo diversi esposti presentati da cuochi e camerieri che si sono avvicendati negli anni nel ristorante. Sarebbero, infatti, ben 170 i lavoratori stranieri e gli studenti che avrebbero subito minacce e sarebbero stati sfruttati dall’imprenditore.

Condividi con:

Articoli Correlati

Cerea, con la moto contro un’auto: un ferito grave a San Vito

massimo

S.Bonifacio, l’ex ospedale passerà al Comune che darò all’Ulss il terreno per la Casa della Comunità

massimo

Legnago, oltre 80 imprenditori alla serata organizzata dall’europarlamentare Borchia sule politiche Ue per l’energia

massimo

Verona, incidente tra due auto in corso Cavour con un ferito grave

massimo

Sona, finisce con l’auto contro un albero: è in gravi condizioni

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco