27.5 C
Verona
16 Luglio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, manifestazione studentesca in piazza Bra contro la repressione in Iran

Udu Verona, Rete degli studenti medi, Yanez e la Comunità Tunisina di Verona organizzano per giovedì 29 settembre alle 17, in Piazza Bra a Verona, una manifestazione in solidarietà alle proteste in Iran. «Ogni abuso rispetto alla libertà di scelta sul proprio corpo ci riguarda in prima persona – commenta Sofia Modenese, presidente dell’associazione Yanez -. Il nostro obiettivo è quello di mostrare solidarietà ma anche sensibilizzare la popolazione».
La violenta repressione della Polizia religiosa che sta avvenendo in Iran ha già causato la morte di più di 50 persone tra i manifestanti, che da più di una settimana scendono in piazza per rivendicare i propri diritti.
«Non può ridursi tutto ad una questione religiosa – continua Laura Bergamin, coordinatrice di Udu Verona -. Unione degli Universitari “la pratica e la fede non possono essere un’imposizione o diventano dittatura. Come le donne iraniane chiedono la libertà di non utilizzare il velo, sappiamo che in India la situazione è paradossalmente contraria: le donne protestano per poterlo indossare nelle scuole, dopo il divieto imposto alla fine dello scorso anno. Entrambe in realtà lottano per lo stesso obiettivo: il loro diritto di scegliere».

Su https://fb.me/e/26T3DbkaI link all’evento facebook.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, donati dagli Alpini di Novaglie tapis roulant e cyclette al reparto Fibrosi cistica di Borgo Trento

massimo

Legnago, sul Salieri cala la scure dello spoil system Longhiano: una poltrona per Shahine?

massimo

San Bonifacio, Soave ha nominato la giunta: Turri è vicesindaco

massimo

Caso caporalato nel Basso Veronese, Mirandola (Uila): «Una macchia sulla produzione agricola veronese»

massimo

Caso di caporalato nella Bassa, la Cgil: «Caporali stranieri ma le aziende sono Veronesi»

massimo

Nuovo caso di caporalato nel Basso Veronese: 33 indiani sfruttati come schiavi nella campagne da due connazionali

massimo