2.6 C
Verona
24 Gennaio 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, nasce il primo network nazionale Women Orientation Work un progetto di orientamento al lavoro al femminile

Nasce a Verona il primo network nazionale “W.O.W.” (Women Orientation Work), un progetto di orientamento al lavoro al femminile che vuole dare alle giovani laureande e neolaureate strumenti innovativi in grado di supportarle nella definizione dell’obiettivo professionale e del proprio percorso di carriera. Una rete, quella ideata assieme a Universus-Oltre l’Università e Associazione Ares, che nel più breve tempo possibile punta a mettere in connessione almeno 150mila ragazze tra i 17 e i 30 anni e 25 atenei italiani. Così come tutte quelle aziende che vogliono incidere concretamente sull’occupabilità delle donne. Alcune delle quali già iscritte e operative, come 3M, A2A, Accenture, Engineering, GlaxoSmithKline, STMicroelectronics, Whirlpool, oltre ad alcuni enti fra cui Invitalia e il Consiglio Nazionale dei Giovani.

Il progetto è stato presentato ieri all’interno della XV edizione del Forum della Borsa del Placement. Un’occasione per affrontare il tema del lavoro al femminile in una prospettiva originale che esalti il ruolo del placement universitario per ridurre le disparità, agevolando la transizione verso il mercato del lavoro e costituendo un importante strumento per l’occupabilità. Nel concreto il progetto prevede workshop, webinar, giornate di orientamento ma soprattutto un albo in continuo aggiornamento. Il primo dedicato alle professioni, con clip in realtà aumentata.

Un focus tutto al femminile quello della Borsa del Placement 2021. L’evento annuale dedicato all’orientamento universitario e all’inserimento lavorativo è, infatti, tornato in presenza, oggi, martedì 5, e domani, mercoledì 6 ottobre, all’interno del Palazzo della Gran Guardia.

Nel corso delle due giornate scaligere, 46 aziende, 28 Università da 14 Regioni sono presenti a Verona con oltre 150 delegati. Ben 700 gli appuntamenti in programma, incontri dai quali ogni anno nascono collaborazioni e progetti formativi e professionali. La Borsa del Placement è organizzata da Fondazione Emblema, con la partecipazione di Invitalia e con il patrocinio di Regione Veneto, Comune di Verona, Confindustria Vicenza. Tra gli Atenei presenti l’Università degli studi di Padova e Ca’ Foscari di Venezia, la Scuola Normale Superiore, l’Università di Bologna, il Politecnico di Torino, l’Università Aldo Moro di Bari e l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Assieme a loro protagoniste della Borsa del Placement alcune tra le più importanti aziende italiane e internazionali. Partecipano alla Borsa, infatti, 3M, Leonardo, Luxottica, Ferrero, GlaxoSmithKline, P&G, Wind3, NTT Data.

Condividi con:

Articoli Correlati

Calcio Serie C, il Legnago beffato al 94′ nel derby con la Virtus (1-1)

massimo

Calcio Serie C, il Legnago chiude il primo tempo in vantaggio di una rete grazie a Gomez

massimo

Verona, raffica di incidenti nella notte con feriti e vetture abbandonate

massimo

Lotta al Covid, il Veneto lancia una piattaforma web di servizi e informazioni sulla pandemia

massimo

Verona, Coldiretti consegna 100 pacchi alimentari a famiglie in difficoltà

massimo

Ca’ di David, due arresti per favoreggiamento della prostituzione con sequestro di un residence con 7 alloggi

massimo