22.5 C
Verona
25 Luglio 2024
Economia In evidenza ultimaora

Verona, nuovo pacchetto di ore di sciopero alle Acciaierie Verona nella vertenza su salubrità, carichi di lavoro, appalti

Proclamato un nuovo pacchetto di ore di sciopero alle Acciaierie di Verona per l’intero mese di luglio, a partire dal prossimo weekend, dalle Segreterie Provinciali di Fim, Fiom e Uilm di Verona.

Dal 31 maggio i lavoratori delle Acciaierie di Verona sono in sciopero, per 2 ore in turno di lavoro durante ogni week end di giugno, per chiedere risposte concrete all’azienda su temi di particolare rilevanza inerenti alla salubrità degli ambienti di lavoro nei reparti acciaieria e metallurgica, alla gestione degli appalti interni in tema di sicurezza, all’aumento dei carichi di lavoro in tutti i reparti, causati sia da carenza nell’organico, sia dalla nuova organizzazione del lavoro derivante da disposizioni aziendali, con l’intenzione annunciata di creare efficienza, ma con l’inevitabile conseguenza di peggiorare le condizioni lavorative degli operatori.

«In queste settimane, nonostante l’altissima adesione dei lavoratori alla mobilitazione indetta dalle Rsu unitamente alle sigle sindacali provinciali di Fim, Fiom e Uilm di Verona, che conferma quanto gravi, sentite e urgenti siano le problematiche esposte, la direzione aziendale va avanti per la sua strada, senza dare alcun tipo di risposta sui temi sollevati, infischiandosene delle legittime rivendicazioni sindacali e, contestualmente, cercando di boicottare o indebolire le proteste sindacali con atteggiamenti e decisioni operative di tipo padronale, al limite della condotta antisindacale», dicono Martino Braccioforte, segretario generale Fiom Cgil di Verona; Adriano Poli, segretario generale Fim Cisl di Verona; Luciano Zaurito, segretario generale Uilm Uil di Verona.

«Nello specifico – continuano i sindacalisti – è stato chiesto ai lavoratori, per il tramite dei preposti aziendali, se aderissero o meno allo sciopero, oppure stabilendo di non interrompere l’attività fusoria in zona forni, pur essendo consapevoli della contestuale assenza del turno montante di colata continua proprio per effetto dell’agitazione sindacale. Questi sono di per sé atti gravissimi che ledono il principio costituzionale del diritto allo sciopero, che nessun datore di lavoro è autorizzato ad impedire o ad ostacolare. Azioni di particolare gravità che, se dovessero persistere, ci obbligheranno ad agire tramite vie legali per contestare la condotta antisindacale dell’azienda, in difesa dei diritti e degli interessi dei lavoratori e dell’art. 40 della nostra Carta Costituzionale».

Per tali ragioni le segreterie provinciali di Fim, Fiom e Uilm di Verona, unitamente alla Rsu Acciaieria di Verona, hanno dichiarato un ulteriore pacchetto di ore di sciopero per l’intero mese di luglio, a partire dal prossimo weekend, con l’intenzione di proseguire la mobilitazione finché non si avranno risposte concrete e adeguate a tutela di tutti i lavoratori del sito veronese.

Condividi con:

Articoli Correlati

Tumore al pancreas, Verona e Roccella Jonica insieme per curarlo con una borsa di studio dedicata a Elisa

massimo

Bardolino, tedesco ricercato per omicidio doloso e furto arrestato dalla Polizia municipale

massimo

Viabilità, riaperta ieri la Provinciale 20 tra Nogara e Salizzole

massimo

Verona, 33 arresti contro la rete di criminali che rapinava, scippava, aggrediva persone davanti alla Stazione

massimo

Malcesine, precipita con il parapendio lanciandosi dal monte Baldo: morto

massimo

Verona, consegnate da Tosi e Bisinella al carcere di Montorio 11 tonnellate di piastrelle per rifare le docce

massimo