22.1 C
Verona
16 Luglio 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, oggi e domani per la prima volta in Veneto l’assemblea dei gestori idrici europei

 È convocata per la prima volta in Veneto l’assemblea Generale di Aqua Publica Europea (Ape), l’associazione europea dei gestori pubblici dell’acqua. A darne notizia nella ieri, a Palazzo Ferro Fini a Venezia, i presidenti di Acque Veronesi, Roberto Mantovanelli, e del Consorzio Viveracqua, Monica Manto, ed il direttore generale di Ats, Pierpaolo Florian.

L’evento si svolgerà il 29 e 30 giugno a Verona. Oltre all’assemblea generale, a cui prenderanno parte tutti i soci che fanno parte del network internazionale, nella due giorni in Veneto è in programma un seminario (giovedì 29 dalle 9 alle 12 alla biblioteca capitolare di Verona) con focus sulla promozione di approcci circolari nel trattamento delle acque reflue a cui prenderanno parte tecnici provenienti da tutta Europa.

«Siamo orgogliosi di ospitare per la prima volta l’assemblea generale dei gestori idrici europei nella nostra Regione – ha spiegato Mantovanelli, che è anche rappresentante di Viveracqua nel management board di Ape -. L’associazione, oltre a rappresentare un’interessante opportunità di collaborazione su questioni tecniche e di governance coi colleghi europei, svolge attività sempre più strategiche di confronto a livello di Commissione Europea sulle nuove direttive che man mano vanno in discussione».

«La circolarità nel trattamento delle acque reflue, consente di rendere l’acqua una risorsa dall’inizio alla fine del ciclo idrico – ha sottolineato Monica Manto -. Per poter garantire il riuso delle acque reflue, in agricoltura, in ambito civile e industriale bisogna però affrontare questioni normative (poste, ad esempio dalla nuova normativa EU 2020/741), infrastrutturali ed economiche. Le nuove sfide attendono soluzioni che possono venire solo dall’implementazione di approcci e tecnologie innovative. In Viveracqua abbiamo due valide opportunità per agire in questo senso. Da una parte il lavoro in sinergia con tutti i gestori del consorzio, dall’altra la condivisione del know-how con interlocutori internazionali, di cui i membri di APE sono un valido esempio».

La conferenza stampa è stata aperta dal presidente del consiglio regionale Roberto Ciambetti e dal consigliere regionale Filippo Rigo: «Siamo orgogliosi che sia il Veneto a fare da casa per questa importante occasione di approfondimento, confronto e sviluppo, e questo grazie alla centralità nel sistema idrico italiano dei suoi gestori pubblici dell’acqua, ai loro investimenti e all’introduzione di nuove tecnologie sempre più innovative e sostenibili, e grazie all’attenzione che la Regione del Veneto pone nella gestione delle sfide imposte dai cambiamenti climatici nella gestione di un bene così prezioso come quello dell’acqua».

Complessivamente le aziende socie di Aqua Publica Europea sono una settantina e forniscono servizi idrici a quasi 100 milioni di cittadini. Il board è presieduto dal belga Bernard Van Nuffel, presidente di Vivaqua, il gestore idrico di Bruxelles.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, donati dagli Alpini di Novaglie tapis roulant e cyclette al reparto Fibrosi cistica di Borgo Trento

massimo

Legnago, sul Salieri cala la scure dello spoil system Longhiano: una poltrona per Shahine?

massimo

San Bonifacio, Soave ha nominato la giunta: Turri è vicesindaco

massimo

Caso caporalato nel Basso Veronese, Mirandola (Uila): «Una macchia sulla produzione agricola veronese»

massimo

Caso di caporalato nella Bassa, la Cgil: «Caporali stranieri ma le aziende sono Veronesi»

massimo

Nuovo caso di caporalato nel Basso Veronese: 33 indiani sfruttati come schiavi nella campagne da due connazionali

massimo