10 C
Verona
4 Dicembre 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, saranno decisive le prossime tre settimane per la vita della bimba che ha contratto il tetano

«Le condizioni della bambina sono critiche ma stazionarie. Il tetano è una malattia che mette a rischio la vita e che ha un decorso di alcune settimane, tre o quattro. Settimane che speriamo passino per poter tirare un sospiro di sollievo».

Lo ha detto oggi nella conferenza stampa indetta dall’Azienda ospedaliera di Verona per tacitare «notizie inutili o errate», il dottor Paolo Biban, direttore dell’Unità operativa complessa di Pediatria ad Indirizzo Critico dell’ospedale di Borgo Trento dove è ricoverata da alcuni giorni la bambina di 10 anni che ha contratto il tetano.

«Non vi è stato alcun aggravamento in queste ore – ha precisato Biban -. Il paziente è intubato e sedato, resta in gravi condizioni, ma stabili. Il tetano è una malattia maledetta, con in alcune zone del mondo una mortalità del 30-40%. Nei Paesi avanzati del 20%. Non cvi sono terapie specifiche, ma solo di sostegno, fare in modo che gli organi continuino a funzionare bene. Malattia sistemica che prende tutto il corpo».

«Dagli anni 40 in cui è stato introdotto il vaccino – ha sottolineato il dottor Biban – la malattia è crollata di 40-50 volte. E questo è il primo caso di tetano che vedo nei bambini, e così molti medici come me, sia italiani che stranieri. Nei Paesi Occidentali può succedere che colpisca qualche anziano, ma non con il vaccino non è mai accaduto in un bambino. È la prima volta».

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, lutto nel mondo agricolo e sindacale per la scomparsa di Laura Ferrin

massimo

Rinnovabili, Borchia (Lega): «Pericolo dipendenza tecnologica da Cina, ora creare filiera fotovoltaico in Europa»

massimo

Verona, camionista muore in un incidente tra Tir sulla strada dell’Alpo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Morte di Rebellin, il ricordo di Zaia: «Il ciclismo veneto perde una figura storica, esempio di atleta e di uomo»

massimo

Tragedia nel ciclismo: Davide Rebellin travolto e ucciso da un Tir mentre si allena in bicicletta

massimo