20.8 C
Verona
22 Giugno 2024
Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Verona città

Verona, siglato l’integrativo all’Istituto assistenza anziani. I sindacati: «È passata la “nuttata”»

È stato siglato l’integrativo all’Istituto assistenza anziani dopo anni di duro confronto con la precedente direzione. Tanto che i sindacati hanno dichiarato: «È passata la “nuttata”».

«Grazie alla buona volontà della nuova presidenza e del consiglio di amministrazione nel riprendere il dialogo con la controparte sindacale, all’Istituto Assistenza Anziani (Iaa) di Verona è stato possibile siglare il contratto integrativo aziendale per il 2022 e gettare le basi anche per il rinnovo 2023. Questo passo in avanti, unitamente alla definitiva chiusura dell’immane e grottesco contenzioso aperto dalla precedente direzione, avvenuta due settimane fa davanti al Tribunale di Verona con reciproca soddisfazione delle parti e applauso finale da parte dei lavoratori, rappresentano una svolta, speriamo definitiva, rispetto alla passata gestione caratterizzata da un minimo storico (zero assoluto) nelle relazioni sindacali e da una gestione assolutamente deficitaria sia sotto l’aspetto della organizzazione del lavoro che dei risultati economici», spiegano Antonio De Pasquale per Fp Cgil Verona e Nicola Cavedini per Csa.
«Come Fp-Cgil e Csa  – dicono i sindacalisti – esprimiamo soddisfazione, e a ragion veduta possiamo dirci fiduciosi per il prossimo futuro. C’è ancora molta strada da fare sulla via del rilancio dell’ente, poiché il fardello di caos organizzativo e amministrativo ereditato resta molto pesante. Tuttavia l’atteggiamento positivo e proattivo dell’azienda davanti all’intelligente mediazione del giudice che ha consentito di chiudere centinaia di posizioni aperte dal precedente assurdo contenzioso, e la predisposizione a riconoscere e valorizzare la professionalità delle lavoratrici e dei lavoratori in sede di contrattazione decentrata, rappresentano segnali di svolta importanti e attesi, che potranno dare la spinta anche al rilancio dell’immagine pubblica dell’ente di cui oggi più che mai c’è assoluto bisogno».
Del milione e 256 mila euro del fondo per la contrattazione integrativa sono stati distribuiti ai lavoratori 440 mila euro a riconoscimento della produttività individuale per un ammontare di circa 900 euro a testa. Positiva anche la decisione di proseguire sulla strada del riconoscimento delle progressioni economiche orizzontali (gli scatti di anzianità dei lavoratori e delle lavoratrici).

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, 5 arresti dei Carabinieri di Parona per truffe ad anziani

massimo

Meteo, allerta per forti temporali da stasera a sabato notte

massimo

Bussolengo, camion si ribalta sullo svincolo: un morto

massimo

San Bonifacio, giovane arrestato perché sospettato di due rapine aggravate

massimo

Villafranca, fermato un uomo per l’omicidio del 75enne

massimo

San Bonifacio, Soave fa appello all’unità del centrodestra per il ballottaggio contro Verona

massimo