2.8 C
Verona
4 Dicembre 2020
Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Verona città

Verona, sul caso esondazioni l’Ato precisa: «Il piano strategico va avanti»

«Sono deluso e rammaricato della strumentalizzazione della mia risposta tecnica all’accesso agli atti proposta dal consigliere comunale di Verona, Tommaso Ferrari. Vista la situazione paradossale che si è venuta a creare, mi corre quindi l’obbligo di precisa che Il piano strategico va avanti».

È quanto dichiara oggi da Luciano Franchini, direttore del Consiglio di Bacino dell’Ato Veronese, in merito alle notizie divulgate ai media dal consigliere comunale scaligero Tommaso Ferrari, spiegando: «L’Ato riguardo alle affermazioni non corrette del consigliere Ferrari, non “smentisce” alcunché. Semplicemente dichiara che agli atti non vi sono i documenti richiesti, ma ciò non significa che non sia stata svolta attività sul tema di oggetto».

«Vorrei rassicurare il consigliere Ferrari – prosegue Franchini – che ha timore che il dialogo tra enti non sia decollato, che tra Ato, Acque Veronesi e il Comune di Verona il dialogo non solo è decollato, ma è ottimo, e ciò, tra l’altro, grazie alla costante presenza in Cda dell’assessore del Comune di Verona, Marco Padovani, e ai continui contatti tra il direttore, Silvio Peroni, ed il sottoscritto».

Il 26 agosto, riporta la nora di Ato, c’è stato il primo incontro finalizzato a identificare le linee guida sul tema degli allagamenti tra Ato e gestori del servizio idrico integrato (Acque Veronesi Scarl e Ags). Successivamente, il 1° settembre, c’è stato un vertice con il Comune di Verona e Acque Veronesi Scarl, al fine di sottoscrivere una convenzione operativa per lo studio del riassetto della rete fognaria di tutta Verona. Ci sono stati inoltre numerosi incontri tecnici tra il Comune ed Acque Veronesi Scarl, con una serie di sopralluoghi mirati finalizzati alla mappatura di punti critici, e ciò è propedeutico agli studi di fattibilità necessari per individuare le opportune soluzioni tecniche. Tra questi punti critici c’è anche quello indicato nella richiesta di accesso agli atti da Ferrari.

«Il 16 settembre scorso, insieme ad Acque Veronesi, abbiamo incontrato il professor Carlo Ciaponi e la professoressa Sara Todeschini, entrambi docenti della facoltà di Ingegneria dell’Università di Pavia, tra i più riconosciuti esperti sul campo quando si parla di drenaggio e idraulica ambientale, al fine di approfondire le migliori procedure operative da adottare per affrontare e, soprattutto, risolvere, i diversi malfunzionamenti che da molti anni caratterizzano alcuni punti critici della rete fognaria veronese – precisa Franchini -. Nel frattempo il Comune si è reso promotore di alcuni interventi sulla rete fognaria. Per questo il 29 ottobre l’ATO ha autorizzato Acque Veronesi Scarl a realizzare gli interventi in via Albere, in via della Spianà e sulla bretella della A22 per un costo di 2.500.000 euro, nonché a Porta Borsari per 500.000 euro. E abbiamo notizia che ne arriveranno, a breve, altri. Si tratta di delibere pubbliche, consultabili da chiunque sul nostro sito, anche dal consigliere Tommasi. In ogni caso gli uffici di Ato sono a disposizione».

«Infine, il 29 ottobre il Comitato Istituzionale dell’Ato, organo con le funzioni di un CdA, ha autorizzato la stipula di una convenzione tra l’Ato, il Comune di Villafranca e Acque Veronesi Scarl per “per la redazione di un piano Comune di Verona e Acque Veronesi Scarl, al fine di sottoscrivere una convenzione operativa per lo studio del riassetto della rete fognaria di tutto il Comune di Verona” – conclude il direttore -. Nelle prossime settimane sarà portata a compimento anche la stesura della convenzione con il Comune di Verona che, a causa della palese maggiore estensione e della conformazione del territorio comunale, ha richiesto più tempo rispetto a quella per il Comune di Villafranca».

Articoli Correlati

Verona, protesta della Rete degli Studenti Medi scaligeri: «La scuola si fa a scuola»

massimo

Lotta al Covid, all’ospedale di Negrar tamponi drive-in molecolari e rapidi

massimo

Covid 19, l’Università di Verona alla guida dello studio internazionale “Orchestra”

massimo

Agricoltura, al Veneto 32 milioni per i danni della cimice asiatica

massimo

Meteo, dalla Regione allerta per forti piogge da domani a domenica

massimo

Belfiore, è un 80enne del paese la vittima dell’incidente stradale

massimo