16.4 C
Verona
30 Settembre 2022
Cronaca Cronaca In evidenza ultimaora Verona città

Verona, Toffali ribatte a Bertucco sul bilancio di previsione 2022: «L’ha bocciato prima che lo presentassimo»

«Iniziamo domani, con l’incontro con il consiglio della Quarta circoscrizione, la presentazione del bilancio di previsione 2022. Peccato che il consigliere Bertucco, non riuscendo a guarire dalle manie di protagonismo, l’abbia già bocciato prima ancora che sia stata fatta l’illustrazione».

Lo afferma oggi l’assessore al bilancio del Comune di Verona, Francesca Toffali (nella foto), rispondendo all’attacco lanciato ieri dal consigliere comunale di Sinistra in Comune, Michele Bertucco, che aveva affermato: «L’ultimo bilancio di previsione dell’amministrazione Sboarina è terribilmente uguale ai precedenti, vale a dire che opere annunciate da anni vengono nuovamente rinviate al giorno del mai».

A dicembre il bilancio previsionale è stato approvato dalla giunta comunale ed il testo è stato subito messo a disposizione dei consiglieri comunali. Inoltre, il 30 dicembre il documento è stato trasmesso a tutte le otto Circoscrizioni cittadine, che entro il 19 gennaio si devono esprimere, con un parere obbligatorio ma non vincolante. L’assessore Toffali, per consentire la più ampia e corretta informazione sul documento, ha dato disponibilità per illustrarne il testo nelle commissioni e nei consigli di Circoscrizione.

«L’ampio percorso di valutazione è già iniziato – sottolinea l’assessore Toffali – proprio per consentire, entro i termini fissati per l’approvazione, prorogati al 31 marzo dal Ministero dell’Interno, una corretta e ampia disamina del bilancio previsionale e la raccolta di tutte le eventuali segnalazioni ad esso collegate. Il bilancio contiene le risorse economiche necessarie alla realizzazione degli interventi che ci eravamo prefissati, con una difficoltà in più per il 2022, rappresentata dagli oltre 6 milioni di euro preventivati per far fronte al rincaro dell’energia. La tanto temuta stangata che si abbatte su famiglie ed imprese tocca anche il Comune, per quanto riguarda i costi collegati all’illuminazione pubblica e al riscaldamento di edifici pubblici e scuole. Oltre ai costi extra dovuti alla lotta al Covid, anche questa voce non ci voleva».

In risposta alle minoranze l’assessore Toffali commenta: «Il consigliere Bertucco non riesce a guarire dalle manie di protagonismo e prima ancora che sia stata fatta l’illustrazione del bilancio, lo ha già bocciato. Il bilancio non è solo numeri, ci sono decisioni prese per il bene della comunità. Come ad esempio, la scelta di non alzare i tributi e mantenere tutti i servizi, nonostante l’aumento dei costi e le minori entrate. Ricordo che questo è un altro bilancio fatto in epoca di Covid, dove alcune scelte sono dettate dall’emergenza sanitaria e dalle conseguenze del lungo periodo pandemico».

«Come amministrazione – conclude Toffali – spiegheremo i motivi, eppure il signor “no” è già all’opera, dimenticandosi persino che sulle asfaltature sono 5 anni che mettiamo fondi perché i cittadini chiedono strade sicure e le infrastrutture efficienti sono elemento di competitività». Un punto sul quale, ieri, Bertucco aveva polemizzato: «A parte la questione filobus, fermo da quattro anni, sull’Arsenale resta a bilancio l’intera cifra di circa 48 milioni di euro, metà circa dei quali, 23 milioni, avrebbe dovuto essere impiegata nel 2021. Invece tutti i lotti slittano di un altro anno ancora e del preventivato finanziamento statale di 18 milioni non c’è alcun riscontro. Stessa sorte tocca al tanto annunciato traforino da 120 milioni di euro, che pure per Sboarina era fattibile. Rimandata al 2023 anche l’intersezione del filobus a Porta Vescovo; il deposito del Tpl da 2 milioni di euro; la riqualificazione del cinema-teatro di Borgo Nuovo per circa 4 milioni di euro; il completamento della Casa Colonica del Saval per circa 687 mila euro. Slitta invece al 2024 la riqualificazione di Casa Boggian per 4 milioni di euro; il secondo stralcio del parcheggio della Genovesa per 2,1 milioni di euro; la realizzazione della nuova palestra del Basson; la manutenzione del Cavalcavia dell’Alpo. Per questo 2022 c’è spazio soltanto per alcune manutenzione di strade e marciapiedi nelle circoscrizioni per un importo totale previsto di 2,3 milioni di euro. Un bilancio tipicamente preelettorale».

Condividi con:

Articoli Correlati

Legnago, il Comune lancia il bando “Sport e musica per tutti”

massimo

Trasporti, Atv annuncia la disdetta del contratto integrativo: sindacati pronti allo sciopero dal 3 ottobre

massimo

Trasporti, da lunedì 3 ottobre Atv lancia nuove corse per far fronte alle criticità di inizio anno scolastico

massimo

Verona, domani l’insediamento del nuovo vescovo Domenico Pompili

massimo

Verona, 39enne perde la vita scontrandosi in moto contro un’auto

massimo

Maltempo, grandinata ieri pomeriggio tra Fumane e il Garda: colpiti gli olivi

massimo