10.7 C
Verona
4 Febbraio 2023
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, una targa a ricordo del carabiniere Vivaldi fucilato dai nazifascisti

sdr

È stata scoperta oggi la targa che ricorda il sacrificio per la Patria del carabiniere Giovanni Battista Vivaldi, morto a 43 anni, nel novembre del 1944 fucilato dai nazifascisti al Bastione Campo Marzo. E lì, questa mattina, è stata posta ed inaugurata dal sindaco Federico Sboarina, assieme al viceprefetto aggiunto Giulia Calabrese, al comandante provinciale dei Carabinieri Ettore Bramato e ad Evita Zanotti, assessore al Turismo del Comune di Sant’Ambrogio di Valpolicella, paese in cui Vivaldi nacque il 23 febbraio 1901, la targa che lo ricorda.

Alla cerimonia erano presenti i figli Flora e Remigio, ma anche Ariella, che quando perse il papà aveva solo 8 mesi. A portare i saluti della famiglia, la giovane pronipote Francesca Sordina. Vivaldi, dopo l’8 settembre, fedele alla Patria e all’Arma, si era rifiutato di aderire alla Repubblica di Salò e si unì ai partigiani che combattevano sui monti sopra Verona. Sceso per vedere la figliola appena nata, venne tradito da qualche spia e catturato. Torturato nel carcere degli Scalzi, venne quindi fucilato dai nazifasciti.

Condividi con:

Articoli Correlati

Bardolino, oggi la Coppa Giulietta&Romeo tra il Garda e la Valpolicella

massimo

Verona, i sindacati sull’ennesimo morto sul lavoro: «Una strage che non si ferma»

massimo

Verona, la SuperBeton smantella l’impianto di via del Vegron. Bertiucco: «Vittoria dei cittadini di Montorio»

massimo

Verona, deserta l’asta per la Domus Mercatorum. Venduta Casa Bresciani a 3,3 milioni

massimo

Cerea, la Regione dà il via all’eliminazione di tre passaggi a livello con un progetto da 14 milioni

massimo

Pressana, l’operaio deceduto stamattina è caduto nella cisterna del proprio camion di mangimi

massimo