18.1 C
Verona
14 Giugno 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, una targa a ricordo del carabiniere Vivaldi fucilato dai nazifascisti

sdr

È stata scoperta oggi la targa che ricorda il sacrificio per la Patria del carabiniere Giovanni Battista Vivaldi, morto a 43 anni, nel novembre del 1944 fucilato dai nazifascisti al Bastione Campo Marzo. E lì, questa mattina, è stata posta ed inaugurata dal sindaco Federico Sboarina, assieme al viceprefetto aggiunto Giulia Calabrese, al comandante provinciale dei Carabinieri Ettore Bramato e ad Evita Zanotti, assessore al Turismo del Comune di Sant’Ambrogio di Valpolicella, paese in cui Vivaldi nacque il 23 febbraio 1901, la targa che lo ricorda.

Alla cerimonia erano presenti i figli Flora e Remigio, ma anche Ariella, che quando perse il papà aveva solo 8 mesi. A portare i saluti della famiglia, la giovane pronipote Francesca Sordina. Vivaldi, dopo l’8 settembre, fedele alla Patria e all’Arma, si era rifiutato di aderire alla Repubblica di Salò e si unì ai partigiani che combattevano sui monti sopra Verona. Sceso per vedere la figliola appena nata, venne tradito da qualche spia e catturato. Torturato nel carcere degli Scalzi, venne quindi fucilato dai nazifasciti.

Condividi con:

Articoli Correlati

Primo Giornale in distribuzione nell’Est Veronese, qui sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Verona, tenta di entrare nella casa della compagna nonostante il divieto di avvicinamento: arrestato

massimo

Casaleone, torna il weekend della Festa della Birra

massimo

Ciclismo, il Giro d’Italia Under 23 nel Veronese con tappone sulle colline del Valpolicella

massimo

Meteo, ancora piogge fino alle 14 di giovedì poi arriverà l’estate

massimo

Monteforte d’Alpone, riconfermato il sindaco Costa con il 78,19% dei voti

massimo