30.7 C
Verona
14 Agosto 2022
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, videoappello e flash mob della Rete degli studenti: «Dalla Regione un piano di “distruzione”»

La proroga della riapertura delle scuole in Veneto al 1° febbraio suscita tante critiche da docenti e studenti. La Rete degli Studenti Medi di Verona lancia un video-appello a livello regionale e si trova giovedì 7 sotto al Liceo Montanari in Stradone Maffei alle ore 9 per chiede alla Regione un piano concreto per la prossima riapertura delle scuole.

«Saremo davanti al Montanari e  davanti all’Ufficio Scolastico Regionale a Venezia, nel pieno rispetto dei decreti, perché non possiamo permetterci di rimanere con le mani in mano dopo la proroga della chiusura delle scuole per la mancanza di un piano – dichiara Camilla Velotta, coordinatrice della Rete degli Studenti Medi di Verona -. Guardando ai contagi sappiamo perfettamente come il Veneto non abbia avuto un’organizzazione virtuosa, ma la scarsa pianificazione e la noncuranza nei confronti dei giovani non può pesare ancora sulle spalle di migliaia di studenti e docenti. Non ci stiamo, non siamo marionette da spostare a piacimento».

Gli Studenti della Rete di Verona, si troveranno davanti ad un istituto della città la mattina del 7 gennaio. Giorno in cui ,secondo le linee del ministero, si sarebbero dovuti riaprire finalmente i cancelli delle scuole superiori del Paese.

«Non possiamo accettare che si dia una comunicazione così importante a soli tre giorni dalla presunta riapertura delle scuole, facendosi trovare senza alcun piano per trasporti, spazi e tamponi. Bisogna tornare a fare scuola in presenza: la Didattica a distanza è, dati alla mano, uno strumento di emergenza che però, nel lungo periodo rischia d i fare abbandonare gli studi a 34 mila adolescenti – conclude Lorenzo Baronti della Rete degli Studenti Medi di Verona -. Se non troviamo un modo di riaprire le scuole in sicurezza le conseguenze per la nostra generazione saranno purtroppo significative. Qui l’unico piano per l’istruzione pubblica sembra essere un piano di distruzione».

Condividi con:

Articoli Correlati

Olivicoltura, video dell’Aipo: olive entrate nella fase di inolizione

massimo

Sanità, la Cgil denuncia: «La diagnostica biologica del Centro trasfusionale di Bussolengo spostata a Borgo Roma»

massimo

Verona, al “Mura Festival” il reggae dei “Niu Tennici in Roots of San Bernardin”

massimo

Zaia ricorda Augusto Salvadori: «Un veneziano innamorato fino in fondo della sua città»

massimo

San Giovanni Ilarione, arrestato il 61enne: era tornato a casa pistola in pugno

massimo

San Giovanni Ilarione, il pensionato che ha sparato all’ex moglie senza colpirla è in fuga armato

massimo