21.3 C
Verona
17 Giugno 2024
Cronaca In evidenza ultimaora

Verona, visita natalizia del vescovo Pompili ai malati dei reparti “critici” di Medicina e Chirurgia Esofago-Stomaco

Visita natalizia del vescovo, monsignor Domenico Pompili, ieri, ai malati dei reparti “critici” di Medicina e Chirurgia Esofago-Stomaco dell’Azienda ospedaliera di Verona.

Sono pazienti con patologie serie che necessitano di essere seguiti non solo nella fase acuta dell’ospedale ma anche una volta dimessi. Con un’assistenza domiciliare che non è solo sanitaria, spesso è anche di natura spirituale e umana. Per questo è stato proposto al vescovo un coordinamento fra la parte sanitaria ospedaliera e la rete sociale di volontariato che esiste nelle parrocchie. Anche questo aspetto rientra nell’obiettivo di umanizzazione della cura, che parte dalle corsie di ospedale con le cure palliative e potrebbe continuare nelle case con il supporto ai malati di tumore, di degenerazioni neurologiche o cardiologiche.

A condividere la proposta con monsignor Pompili sono stati il direttore generale Callisto Bravi, il direttore sanitario Matilde Carlucci. Insieme a loro, il primario di Chirurgia Esofago e Stomaco, professor Giovanni De Manzoni, con la dottoressa Maria Antonietta Di Cosmo, e il primario di Medicina A, dottor Roberto Castello, con la caposala Paola Perlato. Presenti anche i quattro cappellani ospedalieri, padre: Pierpaolo Valli, Leonardo Fuoco, Hervè Dhado, Arlappa Mundlagiri.

Condividi con:

Articoli Correlati

Legnago, accordo per il ballottaggio tra Longhi e Danieli dopo un mese di scontri

massimo

San Bonifacio, Soave incassa il sostegno di Fratelli d’Italia in vista del ballottaggio

massimo

Legnago, operazione contro il caporalato: due arrestati e 4 indagati

massimo

Primo Giornale in distribuzione nell’Est Veronese, qui sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Verona, tenta di entrare nella casa della compagna nonostante il divieto di avvicinamento: arrestato

massimo

Casaleone, torna il weekend della Festa della Birra

massimo