10.6 C
Verona
1 Febbraio 2023
In evidenza Manifestazioni ultimaora

VeronaFiere, domani l’ultimo giorno dell’undicesima Motor Bike Expo

Edizione numero 11, 160 mila visitatori nel 2018, 8 padiglioni, 700 espositori e più di 20 mila metri quadri di aree esterne per gare, test drive e spettacoli: questa è “Motor Bike Expo”, così come la descrive il presidente di Veronafiere, Maurizio Danese. I numeri fanno della kermesse veronese, che chiuderà domani, domenica 20 gennaio i battenti, uno dei più importanti eventi a livello internazionale, per il mondo delle moto in generale e delle custom in particolare.

Gli organizzatori, Paola Somma e Francesco Agnoletto, hanno predisposto un’edizione 2019 che mantiene invariata la formula originale, con l’esposizione della grande produzione industriale di moto, abbigliamento, accessori e componenti, proposta per l’uso della moto su strada, off-road e sportivo, alla quale si affianca quella del settore custom, il mondo delle personalizzazioni, pezzi unici in cui “Motor Bike Expo” è leader e punto di riferimento a livello internazionale. Ci sono poi le grandi aree esterne in cui domina lo spettacolo, su due e quattro ruote: protagonisti gli stunt-men, enduristi e specialisti del drifting, nonché regno dei test-drive delle moto esposte nei padiglioni e della scuola guida, affidata quest’anno ad un fuoriclasse come Marco Lucchinelli, ex-campione del mondo di velocità.

Altro classico del MBE sono gli eventi: premiazioni di campionati sportivi, a cominciare dal CIV, ovvero il massimo torneo nazionale della velocità, presentazioni di programmi sportivi (come quello del Misano World Circuit), di moto, sia special sia da competizione, e di team, presentazioni di libri e di video, conferenze e incontri su imprese compiute ed altre in programma; il “Motor Bike Education”, iniziativa assolutamente originale, giunta alla 6° edizione, che nei giorni di giovedì e venerdì ha portato in fiera quasi 1000 studenti degli istituti superiori di tutta Italia e ha offerto loro una mattinata formativa grazie ai workshop, brevi lezioni tenute da professionisti ai massimi livelli del business delle due ruote; “Vivere la moto”, promosso dal Comitato Coordinamento Motociclisti di Verona, che domenica 20 ha portato, lungo un itinerario cittadino, un corteo di un centinaio di moto per richiamare l’attenzione sui temi della sicurezza.

Simone Bellini

Condividi con:

Articoli Correlati

Processo Pfas, studio professoressa Facchin coerente col reato di disastro ambientale

massimo

Verona, “Rossi Moto” nuova concessionaria ufficiale Suzuki per il Veronese

massimo

Calcio Serie D, il Legnago Salus offre il bus ai tifosi per la trasferta ad Adria

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Negrar, a Villa Albertini lo spettacolo dedicato ad Arpad Weisz calciatore e allenatore morto ad Auschwitz

massimo

Verona, blitz della Polizia locale con sgomberi, arresti e sequestro di droga

massimo