6.6 C
Verona
12 Aprile 2021
In evidenza Manifestazioni ultimaora

VeronaFiere, il ministro Azzolina ha aperto in videoconferenza l’edizione digitale di JOB&Orienta

Aperta oggi l’edizione digitale di JOB&Orienta, il salone nazionale dell’orientamento, la scuola, la formazione e il lavoro (www.joborienta.info), che continuerà online fino a venerdì 27 novembre. A inaugurare la manifestazione tre studenti, che hanno introdotto i temi chiave di quest’anno: innovazione, sostenibilità, digitale come cardini su cui poggia il futuro del lavoro e dell’uomo, nonché i temi che fanno da filo rosso a tutto il programma di JOB&Orienta di quest’anno.

L’appuntamento, promosso da Veronafiere e Regione del Veneto in collaborazione con Ministero dell’Istruzione e Ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, e vede la mediapartnership di Rai Cultura/Rai Scuola, quest’anno non ha potuto svolgersi in presenza, ma si sviluppa sul web. Faro di questa edizione è l’orientamento: “vaccino per l’occupazione”, come recita il titolo, perché mai come ora ce n’è bisogno per garantire ai giovani le competenze più consone e spendibili per il loro ingresso nel mercato del lavoro e un’occupazione di qualità, in un contesto presumibilmente cambiato per sempre

La ministra dell’istruzione Lucia Azzolina ha voluto far giungere il proprio saluto inviando un messaggio video: «Siamo giunti alla trentesima edizione di questa straordinaria vetrina sulla scuola, sulla formazione e sul lavoro. I pregi di JOB&Orienta sono tanti, ma uno fra tutti è quello di creare connessioni, fra giovani e adulti tra scuola e mondo esterno. Collegamenti che possono trasformarsi in vere e concrete opportunità. In quest’enorme rivoluzione che permea ogni settore sociale e occupazionale naturalmente non manca la scuola, che deve rilanciarsi valorizzando tutti i suoi percorsi, anche quelli tecnici e professionali».

A fare gli onori di casa, seppure virtualmente, è stato poi Maurizio Danese, presidente di Veronafiere Spa: «Si apre oggi un’edizione di JOB&Orienta speciale, interamente digital. Per chi come noi organizza eventi in presenza come le fiere, questi sono momenti particolarmente difficili. E non era così scontato riuscire a dar vita ad una versione digitale di una manifestazione complessa come JOB&Orienta. Abbiamo però deciso che questa rassegna andava fatta. Da queste premesse è nata JOB&Orienta 2020 Digital Edition».

A sottolineare l’importanza dei valori e dell’identità, a maggior ragione in un contesto di profondo cambiamento, anche Elena Donazzan, assessore regionale all’istruzione, alla formazione, al lavoro e Pari opportunità che ha detto: «La comunità ha bisogno di una visione organica, e questo deve fare anche la politica che deve essere proattiva. È quello che deve fare anche il docente, l’educatore, l’adulto di riferimento. Oggi l’insegnante ha un ruolo per la comunità di grandissima rilevanza».

Tra gli ospiti di questa inaugurazione anche due testimonial d’eccezione di due diversi ambiti. Demetrio Albertini, ex calciatore e ambasciatore italiano dell’European Vocational Skills Week, che ha sottolineato: «Oggi dobbiamo essere preparati al domani, ma in questo contesto di cambiamenti così rapidi devono rimanere saldi i valori. E La passione per me è uno dei valori fondamentali, perché è importante per raggiungere un obiettivo. Lo sport è metafora di vita e gli ostacoli da superare delle difficoltà. Si parte tutti allo stesso livello e poi con passione e talento si vincono le partite».

Alla dimensione etica del lavoro e dei fronti di innovazione avanzata ha richiamato invece Marco Rocchetto, Research and Development for Cybersecurity Engineering: «La cybersecurity è una sfida all’onestà che si può risolvere con equità e cultura. Per molti è una parola che rimanda agli hacker e agli attacchi informatici, ma non dobbiamo dimenticare che sono attacchi alla libertà di molti, nuovi fronti di guerra. Si parla di “disoccupazione zero” in questo campo, perché non serve solo l’informatica per rispondere a queste sfide. Serve un cambiamento anche nel modo di approcciare i problemi. Serve una soluzione non solo tecnologica, ma anche etica».

Articoli Correlati

Ciclismo, a Bovolone l’esordio stagionale su strada degli Allievi

massimo

Lotta al Covid, già 154 le farmacie veronesi disponibili per le vaccinazioni

massimo

Agricoltura, ricerca e innovazione così l’agricola Disconzi esporta insalata e ortaggi in tutta Europa

massimo

Verona, da poco uscito dal carcere per spaccio è stato sorpreso con 9 dosi di eroina: verrà espulso

massimo

Salute, domani l’evento online “Asma, Rinite Allergica, Covid-19 e continuità terapeutica”

massimo

Verona, il Comune apre le iscrizioni alle vacanze in campeggio per famiglie

massimo