7.5 C
Verona
2 Dicembre 2022
Est Veronese In evidenza Spettacoli & cultura Spettacoli & cultura ultimaora

Vestenanova, nella pieve romanica lo spettacolo “Tarantelle del rimorso” per Lessiniafest

De Vittorio pino

Danze, serenate, canti d’amore e di lavoro, nenie e stornelli per immergersi nelle atmosfere del Sud Italia: sono le “Tarantelle del rimorso” di Pino De Vittorio, protagonista del quinto appuntamento della rassegna musicale Lessiniafest. Musica in Lessinia. Ad ospitare il concerto, oggi, domenica 17 luglio alle 18 è la “chiesa madre” della Val d’Alpone, la pieve romanica del dodicesimo secolo dedicata a Sant’Antonio Abate che si erge sulla sommità del colle della frazione di Vestenavecchia a Vestenanova. Qui, recenti interventi di restauro stanno portando alla luce il cromatismo degli affreschi della zona absidale, tra cui la splendida “Madonna Annunciata”.

Com’è consuetudine per il festival itinerante ideato da Alessandro Anderloni, è ancora una volta un luogo d’arte a fare da scenario per esaltare la bellezza della musica. In questo caso, quella dell’artista tarantino: una chitarra battente, due castagnette, una voce potente. E che voce, quella di un maestro. A trent’anni dai primi progetti musicali nella sua Puglia, il cantante-attore si rituffa nell’impetuoso torrente delle note popolari con una operazione nuova e raffinata. Il lavoro con la memorabile Compagnia Pupi e Frasedde, la collaborazione con Roberto De Simone, la musica barocca con la Cappella della Pietà dei Turchini e i numerosi tour mondiali hanno impreziosito e rinvigorito il suo stile. Così le sonorità levantine e i ritmi ipnotici della terra di Puglia acquistano purezza e lindore straordinari, così come gli struggenti canti dei pellegrini, dei battitori d’olive e dei carrettieri, delle serenate e delle musiche terapeutiche per il morso della tarantola.

Evento a ingresso libero.

Condividi con:

Articoli Correlati

Verona, camionista muore in un incidente tra Tir sulla strada dell’Alpo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Morte di Rebellin, il ricordo di Zaia: «Il ciclismo veneto perde una figura storica, esempio di atleta e di uomo»

massimo

Tragedia nel ciclismo: Davide Rebellin travolto e ucciso da un Tir mentre si allena in bicicletta

massimo

Verona, folle fuga in auto contromano in tangenziale per scappare ai Carabinieri

massimo

San Bonifacio,  arrestati dai Carabinieri i due autori della rapina ad un’anziana al cimitero

massimo