4.6 C
Verona
6 Febbraio 2023
Cronaca In evidenza ultimaora

Villafranca, sorpreso dalla Squadra Mobile con mezzo chilo di droga nella pentola da cucina

Custodiva più di 560 grammi di hashish, nascosti anche all’interno di una pentola da cucina, un bilancino di precisione e vari appunti riportanti nomi ed importi in euro: l’uomo, M.F., 34 anni, veronese, è stato arrestato con l’ accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

La cattura dello spacciatore è avvenuta lo scorso 4 giugno, a seguito di un servizio di appostamento messo in atto dagli agenti della Squadra Mobile della Questura di Verona. Durante l’attività di indagine, i poliziotti hanno seguito gli spostamenti dell’uomo che, numerose volte al giorno, si recava nell’abitazione della madre, a Villafranca. E proprio sotto casa della madre, intorno alle 19,30 di martedì scorso, i poliziotti hanno controllato l’uomo rinvenendo più di 25 grammi di hashish all’interno di una borsetta che portava con sé. Sospettando che potesse essere occultato altro stupefacente, gli agenti hanno, quindi, deciso di estendere gli accertamenti all’abitazione.

La perquisizione domiciliare, effettuata poco dopo, ha condotto all’ulteriore sequestro di circa 490 grammi di hashish, alcuni dei quali suddivisi in dosi accompagnate da un foglietto riportante nomi ed importi in euro. Tutto il materiale è stato trovato all’interno di una pentola posta nel pensile da cucina ed è stato opportunamente sequestrato. Questo ha indotto, poi, i poliziotti della sezione antidroga ad estendere la perquisizione nell’appartamento dove l’uomo viveva abitualmente, all’interno del quale sono stati sequestrati un bilancino elettronico di precisione, altri 40 gr. di droga, tra hashish e marijuana, anche questi con l’indicazione di nomi ed importi e una busta contenente più di 100 euro.

M.F. già noto alle forze dell’ordine per reati in materia di stupefacenti, è stato arrestato a seguito dei necessari accertamenti e condotto presso il carcere di Montorio, in attesa della convalida del provvedimento. Nella tarda mattinata odierna, l’arrestato è comparso davanti al giudice che, dopo aver convalidato l’arresto, ha disposto l’obbligo di firma.

Condividi con:

Articoli Correlati

Ulss 9, il nuovo presidente della Conferenza dei sindaci è Luisa Ceni

massimo

Scoperto un lavoratore “in nero” e multe per 80 mila euro dei Carabinieri dell’Ispettorato del Lavoro in 5 attività commerciali

massimo

Legnago, al liceo Cotta la testimonianza sui lager nazifascisti del rodigino Bonomi

massimo

Soave, per il Giorno del Ricordo lo spettacolo “Mili muoi – L’esodo dei miei” di e con Carlo Colombo

massimo

Primo Giornale in distribuzione nel Basso Veronese, sempre scaricabile e sfogliabile

mirco

Volley, a San Bonifacio il Montecchio batte la Sigel Marsala in tre set

massimo