30.5 C
Verona
10 Agosto 2022
Economia In evidenza ultimaora

“Viveracqua” lancia un bando da 3,2 milioni per nuovi contatori dell’acqua

Il presidente di Acque Veronesi, Roberto Mantovanelli

“Viveracqua” lancia “Smart Met”, bando di gara per contatori all’avanguardia per l’acqua. Assieme ad altre sei società di servizi idrici di cinque diversi paesi dell’Unione Europea, facenti parte del consorzio del progetto Smart.Met, “Viveracqua” ha lanciato in questi giorni un bando di gara rivolto al sistema industriale europeo finalizzato a raccogliere nuove soluzioni tecnologiche smart per la misurazione dei consumi d’acqua.

Un progetto ambizioso e virtuoso, finanziato nell’ambito del programma di ricerca Horizon 2020 con un budget di 3.240.000 euro, che coinvolge Italia, Francia, Spagna, Belgio ed Ungheria e che mira a promuovere la ricerca e l’innovazione nel campo della telelettura, con l’obiettivo di individuare nuove tecnologie da applicare ai contatori intelligenti, per far sì che soddisfino pienamente le esigenze delle aziende idriche in termini di leggibilità, autonomia energetica, interoperabilità e riduzione dei costi.

“Viveracqua” è il consorzio nato nel 2011 raggruppando i più importanti gestori dell’idrico del Veneto e di cui Acque Veronesi è capofila.

«Un sistema smart di misurazione dei consumi idrici può rispondere alle sfide affrontate da molte utilities europee come i cambiamenti climatici o la gestione dell’obsolescenza dell’infrastruttura – spiega Fabio Trolese, presidente di Viveracqua -. Fornendo dati accurati in tempo reale – prosegue Trolese – la misurazione smart conduce ad una migliore gestione quotidiana delle reti, ad una riduzione dei costi operativi, ad una migliore definizione delle priorità di investimento infrastrutturale e al miglioramento del servizio al cliente finale. Un vantaggio concreto non solo per le aziende che gestiscono il servizio pubblico, ma anche per i cittadini».

«Orientamento verso una ricerca applicata e uno sviluppo tecnologico, competizione costruttiva tra soggetti industriali per un innalzamento della qualità della risposta innovativa, apertura a nuovi mercati di sbocco, sono solo alcune delle mission del progetto – ha commentato il presidente di Acque Veronesi Roberto Mantovanelli – L’obiettivo della nostra società è quello di assicurare ai nostri utenti servizi sempre più efficienti, in questo senso l’implementazione di sistemi tecnologici innovativi è di fondamentale importanza».

 

Condividi con:

Articoli Correlati

Contaminazione da Pfas, Cristina Guarda (EV): «Negli Usa sempre più pressioni per uno screening esteso»  

massimo

Aipo, fase di ispessimento delle olive

massimo

Finanza, “Banche Venete Riunite” chiude la semestrale con l’utile a 5,1 milioni. Iselle nuovo direttore generale

massimo

Politiche 2022, ““+Europa Verona”: «Calenda non rispetta i patti, per questo abbiamo rotto con lui»

massimo

S. Bonifacio, ventenne segregata per giorni in un capannone abbandonato: fugge e fa arrestare l’aguzzino

massimo

Trasporti, l’europarlamentare veronese Borchia (Lega) attacca sulle nuove restrizioni al traffico al Brennero

massimo